GRAVEL NEWS - LAUS GRAVEL

Vai ai contenuti

Menu principale:

GRAVEL NEWS

Laus gravel buona la prima!!


Dopo tanto lavoro, ore passate in bici, serate su mappe a cercare ogni metro utile, scrutando tra strade "basse", argini e sterrate di campagna tra cascine, non che i tanti ostacoli della situazione pandemica che han fortemente rallentato i lavori, finalmente, sabato 25 settembre ha visto la luce il progetto cicloturistico piu' grande del basso lodigiano, denominato "Laus gravel".
L'attesissima giornata cicloturistica promozionale, ha visto ben 116 ciclisti in lista partenza.

Un bel viaggio nella bassa lodigiana, proposti 2 percorsi a scelta, 105 e 145 km, con i grandi fiumi Adda, Lambro e Po a far da cornice.
"E' da tanto che aspettavamo questa giornata", a parlarne sono gli organizzatori dell'evento e promotori del progetto, continua, "il nostro timore era che tutto funzionasse al meglio, abbiamo raccolto un numero di adesioni ben al di sopra delle nostre aspettative, essendo alla prima esperienza per noi in questo campo", continua,"abbiamo pensato ad ogni dettaglio, e' andato tutto bene, siamo molto soddisfatti ".

Soddisfatti all'arrivo anche tutti i "gravellisti", qualcuno ha lottato anche contro qualche foratura, ma facce allegre seppure un po stanche, sopprattutto per chi ha scelto il percorso lungo.

"Gli itinerari scelti per la cicloturistica sono piaciuti molto, le tracce gps condivise non han dato nessun problema di navigazione, questo ci tranquillizza perche' e' molto importante che tutti possano concludere l'itinerario senza intoppi".
A parlarne e' sempre un organizzatore, del team promotore "Passione gravel", "la tensione di quando si avvia una nuova esperienza e la paura di sbagliare e' sempre alta, qualcosa si sbaglia inevitabilmente, ma si puo' sempre migliorare, l'esperienza ci fara' scuola".

Si ringrazia la disponibilita' del Bar Ada Nostra nella persona di Marina, per la disponibilita' degli spazi della location e del servizio pranzo del "dopo giro" eccellente.
L' organizzazione comunica, che come annunciato, evento gratutio ma carattere benefico, e' stata raccolta in forma di offerte libere tra i partecipanti, la cifra di 200 euro.
Quanto citato sara' devoluto a fine anno,  con le altre cifre che saran raccolte dopo i 2 restanti appuntamenti "Passione Gravel", alla L.i.l.t. - lega italiana lott ai tumori sezioni di Lodi.

A breve sara' pubblicato il prossimo appuntamento "gravel" per la promozione di un altro strepitoso itinerario, la "11 Colli Banini gravel"... sta' arrivando e sara' imperdibile!

Attenzione : per chi non l'avesse visto, c'e' anche un video-reportage di viaggio davvero bello di un caro amico, Simone Radavelli:

link : https://youtu.be/mfk0v76czuk

#likepassionegravel

Laus gravel progetto a 360° di cicloturismo
La scoperta del mondo della "bassa lodigiana"  dalla sella di una bici


Il progetto "Laus gravel", e' un progetto che a prima vista, sembrera'  ai piu', frutto di un lavoro complesso e articolato, di giornate passate alla ricerca di idee, serate passate su mappe studiandone i dettagli.
A dire il vero, e' stato molto piu' spontaneo, inventato talvolta sul campo, in sella, costruito metaforicamente come la  posa mattoni di una casa, ogni km , ogni uscita era l'invenzione di giornata, anche un po improvvisata.

"Laus gravel" e' nato da subito  come un progetto, non un evento fine a se stesso.
E' stato concepito come mezzo pratrico, a disposizione di tutti, che unisse la voglia di pedalare con quella di scoprire, conoscere e vivere il territorio del basso lodigiano.
Punto cardine sono state nell'idea inventiva le sue stradine, sotto le ruote asfalto vissuto, le sterrate, fatte di ghiaia e buche, immerse nelle campagne, le lunghe ciclabili lungo i fiumi ed i canali, sono state queste le scelte e sono senza ogni dubbio, la via migliore per presentarlo, in ogni aspetto.
Vie alternative, lontane dal traffico, pedalere qua e' come esser ad uno spettacolo in prima fila, non puoi perderti nulla, rumori, profumi e colori, ogni particolare e' un'emozione.







Punto cardine sono stati i tre grandi fiumi, che caratterizzano il territorio, il fiume Adda, il Po ed il Lambro.
Bisognava cercarne i particolari, vie di percorrenza alternative, utilizzando le vie i "lungo canali", le lunghe strade sterrate tra le numerose cascine, gli argini maestri dei grandi fiumi, vere e proprie vie di comunicazione, portare il viaggio nei paesini, borghi pressoche dispersi, identificabili all'orizzonte se non dallo svettare di campanili.

"Laus gravel" lo strumento utile e semplice che mancava, che potesse legare sport, cultura e tradizioni per presentare e valorizzare un territorio, quello lodigiano, o che esso sia, attraverso la meraviglia di un piccolo tour in bicicletta, un giro, un piccolo viaggio.

Sara' organizzata una giornate promozionale del progetto, voluto con tanto entusiasmo, certi di aver fatto del nostro meglio, con ogni forza disponibile.
La giornata - evento Laus gravel e' stata calendarizzata il 25 settembre, fa parte di un brevetto-circuito cicloturistico, con altri appuntamenti, sempre organizzato dai medesimi, denominato "Passione gravel".

"Laus gravel" e' tutti i giorni a servizio di che vorra' scoprire il lodigiano su una bici, per sempre.

Buon viaggio.


Torna ai contenuti | Torna al menu